IT | EN

MELOZZI Enrico

(Teramo, 22 giugno 1977)

Bio

Enrico Melozzi, compositore, violoncellista, direttore d’orchestra e produttore discografico, nasce a Teramo nel 1977.

 

Nel 1999 diventa assistente di Michael Riessler, grazie al quale inizia a collaborare con alcuni importanti solisti della sfera classica contemporanea e jazzistica, come Sabine Meyer, Vinko Globokar, Michel Portal, Terry Bozzio, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso.

 

Nel 2007 con la sua Sinfonia Concertante si celebra la riapertura del Duomo di Teramo. Nello stesso anno crea l'etichetta Cinik Records, ed inizia collaborazioni come produttore/arrangiatore/direttore con importanti cantanti pop, come Sarah Jane Morris, Antonella Ruggero e Noemi.

 

Per le sue soundtrack consegue importanti riconoscimenti: il Nastro d'argento, il Grifone Award al Giffoni Festival e il Best Foreign Language Award al New York Short Film Festival con Il gioco di Adriano Giannini, il Premio Roma Videoclip con La casa sulle nuvole di Claudio Giovannesi, l'Ovidio d'argento all'Olimpia Film Festival di Sulmona per L'uomo Fiammifero di Marco Chiarini, il premio per la miglior colonna sonora al Busto Arsizio Film Festival con Le cose in te nascoste di Vito Vinci, la candidatura al David di Donatello per il documentario Diario di un curato di montagna, il premio per la migliore musica al Premio Napoli Cultural Classic e ai festival CinemadaMare e Non è mai troppo corto per La smorfia di Gianfelice Imparato, selezionato anche alla Mostra del Cinema di Venezia; scrive inoltre le musiche per il film di Gianni Di Gregorio Buoni a nulla, che viene presentato al Festival del Cinema di Roma.

 

Per il teatro scrive nel 2008 la musica per il Canto di Natale con Massimo Popolizio al Parco della Musica di Roma, e nel 2012/13 inizia la collaborazione con la regista Roberta Torre, che vede la composizione delle musiche per Gli Uccelli di Aristofane al Teatro Greco di Siracusa e per Insanamente Riccardo III al Teatro Garibaldi di Palermo e al Piccolo Teatro di Milano, da lui eseguite in scena. Il suo balletto per grande orchestra Pinocchio, commissionato nel 2012 dall'Opera di Perth, viene portato in tournée l'anno successivo  a Strasburgo, Colmar e Mulhouse dall'Opéra National du Rhin.

 

Nel 2011 dà vita insieme a Giovanni Sollima al progetto dei 100 violoncelli: un formidabile ensemble, simbolo di una solare e pacifica “chiamata alle arti”, per dar voce e musica alla richiesta di sostegno per la cultura italiana. Il debutto è del marzo 2012: una tre giorni non stop al Teatro Valle di Roma, alla quale partecipano grandi artisti classici e importanti nomi del pop, come Marco Mengoni, il tutto scandito da “blitz” musicali in vari punti del centro storico. La kermesse si ripete l’anno successivo concludendosi con l’inaugurazione del “Concertone” del 1° maggio 2013 in Piazza San Giovanni. La tre giorni dei cento violoncelli, con il nuovo nome di “Festival itinerante dei 100 Celli”, approda a Milano nel maggio 2014 al Teatro dell’Arte della Triennale, con performance in Piazza Duomo, Piazza Scala e in Galleria, e con uno struggente omaggio con la 7^ di Beethoven a Falcone e Borsellino nel giardino a loro dedicato. Ancora nel 2014 Sollima e Melozzi guidano i 100 Cellos a Budapest, nella Piazza della Cattedrale (su invito dell'Ambasciata italiana, per festeggiare il semestre di Presidenza dell'UE) e al Teatro Regio di Torino, nel 25° della Caduta del Muro di Berlino. Nel 2016 si arriva ad una settimana di residenza a Ravenna Festival, con tre o quattro spettacoli al giorno in tutti i luoghi più significativi del capoluogo romagnolo, dai teatri agli ospedali, dalle piazze alle celebri basiliche bizantine, fino al concertone finale nel cortile della medioevale Rocca Brancaleone.

 

Nel 2008 fonda l'Orchestra Notturna Clandestina, una compagine giovane e ribelle che si muove di notte, nei luoghi più off della Capitale, là dove si riesce fare cultura fuori dagli schemi, mettendo in atto le spinte innovative della musica per esplorarne nuove frontiere. A fine 2016 è in uscita per la Decca l'album crossover A Clandestine Night in Rome, che si avvale della prestazione del violoncellista di fama mondiale Giovanni Sollima.

 

Attualmente sta lavorando all'opera Queen Lear, per la regia di Francesco Micheli.






Opere